Inclusione e Differenziazione: stessi compiti per tutta la classe?

Sappiamo tutti che ogni alunno ha i suoi tempi di apprendimento ed i suoi ritmi. Personalizzare i compiti per casa però implica uno sforzo non indifferente: soprattutto usando i normali libri di testo.

SusyDiario però non è un normale libro di testo, anche se può tranquillamente sostituirlo. Ad esempio ha la possibilità di valutare automaticamente gli esercizi svolti, verificando se la soluzione sia corretta e – in molti casi – il numero di errori fatti durante l’esecuzione.

La novità sta nel fatto che abbiamo immaginato di usare questa capacità per creare una serie di Moduli di servizio: una nuova categoria di strumenti che non sono direttamente utilizzati per erogare contenuti o test, ma piuttosto per adattare tempi e modi del compito ai risultati dell’alunno.

Nasce così una famiglia di strumenti che possono valutare i risultati ottenuti nella lezione ed il tempo trascorso, ed in base a questi fornire un feedback all’alunno, oppure fissare una pausa nei compiti o ancora proporre una serie diversa di esercizi.

Questi moduli sono in grado – ad esempio – di proporre una pausa nell’esecuzione se il numero di errori supera un certo limite (da voi definito), o se il tempo trascorso dall’inizio va oltre la normale soglia di attenzione. Possono offrire un feedback semplificato: un emoticon che varia a seconda della correttezza degli esercizi, accompagnato da un suono che potrete anche direttamente registrare su SusyDiario!

Con il modulo Salto condizionale, poi, le possibilità di differenziazione aumentano enormemente: possiamo decidere da che punto della lezione dovranno proseguire gli esercizi sulla base del tempo trascorso dall’inizio e/o del numero di soluzioni corrette.

Facciamo un esempio. Avete appena introdotto le somme in colonna con numeri di due cifre e proponete una serie di addizioni come esercizio per casa? Possiamo proporre 3 addizioni in cui il primo addendo è compreso tra 10 e 30 ed il secondo tra 1 e 9. Se a questo esercizio facciamo seguire il modulo Salto condizionale (che non necessariamente viene mostrato all’alunno: deciderete voi), lo potete impostare in modo tale che in caso di almeno due errori su tre l’esercitazione continui con le addizioni guidate ed in caso di due esercizi corretti su tre con alcuni altri esercizi con le stesse caratteristiche o semplicemente termini. Nulla impedisce che, nel caso tutti gli esercizi siano corretti, il Salto condizionale porti l’alunno ad eseguire esercizi più complessi: dove anche il secondo addendo sia a due cifre, oppure usando più di due addendi. Una lezione di esempio che usa questa impostazione la trovate nella sezione SusyDiario in pillole dei Contenuti pronti. Provate sia sbagliando le prime addizioni che risolvendole correttamente e vedrete la differenza di esecuzione!

Vuoi lasciare un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.